Carceri: il vero scandalo è fare strame del dettato della Costituzione.

La nostra lettera inviato al Resto del Carlino Ascoli che commenta un articolo apparso il 29 Maggio sul loro giornale. Il pezzo completo è riportato in basso.


Gentile Direttore,

il Resto del Carlino del 29 Maggio scorso riporta, a firma di Maria Grazia Lappa, alcune dichiarazioni di Giorgia Latini e Paolo Arrigoni, entrambi esponenti della Lega.
I parlamentari leghisti, reduci da una visita ispettiva nel carcere di Marino del Tronto (AP), si dicono “indignati” per il fatto che Innocent Oseghale, arrestato per l’assassinio di Pamela Mastropietro, lavori in carcere essendo retribuito, e che usufruisca del gratuito patrocinio.

“Uno scandalo”, dicono. Vogliamo informare sia la deputata che il senatore (anche se dovrebbero ben saperlo) che sia il fine rieducativo della pena (art. 27) sia il gratuito patrocinio (art. 24) fanno parte totalmente della lettera della Costituzione. Lo scandalo, il “vero” scandalo, quello patente, quello che viene consumato ogni giorno all’interno delle nostre carceri è che questi principi siano -bellamente- inapplicati. Senza nessuno, davvero nessuno eccetto qualche radicale, che tenti di farli applicare.

La mancanza di riabilitazione – che è lavoro dignitoso, e quindi remunerato; che è la possibilità di accedere alla difesa, e quindi anche per chi non può permetterselo; che è l’abitare (abitare, non “stare”!) in celle adeguate, non stretti come polli – è il vero “scandalo”.

Il vero scandalo è che “ogni” Oseghale, anche in attesa di giudizio, sconti un supplemento di pena che non gli è stato comminato da nessun giudice: quello delle “condizioni inumane e degradanti” delle nostre carceri, per le quali, più volte, l’Italia è stata condannata dalla Corte di Giustizia Europea.
Questo anche quando -comprensibilmente- l’emotività ci spinga rivolgerci più alla vendetta che al diritto. Ma dobbiamo decidere: se preferiamo la sicurezza del reinserimento all’insicurezza della mera pena afflittiva senza nessuna speranza; se la Costituzione e la Carta dei Diritti dell’Uomo hanno un valore. Allora le istituzioni, che di questa dovrebbero essere garanti, non possono farne carta straccia.

Enzo Gravina
Segretario Radicali Marche

 

Il Rsto del Carlino - Ascoli del 29 Maggio 2018

Carceri: il vero scandalo è fare strame del dettato della Costituzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi